SAT - Societa' Autostrada Tirrenica p.A.

 

AUTOSTRADA A12 LIVORNO–CIVITAVECCHIA

PROGETTO DEFINITIVO: Completamento A12 – Cecina-Civitavecchia 
Tratto: GROSSETO SUD - ANSEDONIA, Lotto 4 e Lotto 5B.

Infrastruttura strategica di preminente interesse nazionale le cui procedure di approvazione sono regolate dall’Art. 161 del D.Lgs. 163/2006.

Decreto Legislativo n. 50/2016, art. 216 comma 3 e 27.
Delibera ANAC n. 924 del 7 settembre 2016.

 

AVVISO DEL DEPOSITO DI DOCUMENTAZIONE INTEGRATIVA E DI MODIFICHE AL PROGETTO DEFINITIVO INTRODOTTE DURANTE LA CONFERENZA DI SERVIZI, IN ORDINE AL PROCEDIMENTO DI APPROVAZIONE DELL’INTERVENTO IN OGGETTO, CON VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE, FORMAZIONE DELL’INTESA STATO – REGIONE IN MERITO ALLA LOCALIZZAZIONE DELL’OPERA E DICHIARAZIONE DI PUBBLICA UTILITA’ AI SENSI DEGLI ARTT. 165 - 166 COMMA 2, 167 COMMA 5 e 183 D.LGS 12 APRILE 2006 N. 163

 

 

 

LOTTI 4 e 5B

 

NUOVE SOLUZIONI PROGETTUALI

Relazione

Allegati grafici

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Protocollo di Legalita’ tra La Prefettura, l’Anas e la Sat: uno strumento in piu’ per prevenire i tentativi di infiltrazione mafiosa negli appalti pubblici

Viterbo, 13 giugno 2012 - Alla presenza del Ministro dell’Interno, Annamaria Cancellieri, è stato siglato oggi, a Viterbo, un protocollo di legalità tra Prefettura, Anas e Sat volto alla prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata nel settore degli appalti, servizi e forniture per la realizzazione del tratto autostradale Tarquinia-Civitavecchia.
Hanno partecipato alla cerimonia il Prefetto di Viterbo, Antonella Scolamiero, l’amministratore unico dell’Anas, Pietro Ciucci, il Commissario Governativo, Antonio Bargone, l’amministratore delegato della Sat, Mario Bergamo e l’amministratore delegato di Sat Lavori, Maurizio Urso.
Il protocollo, in linea con le direttive impartite dal Ministero dell’Interno, in tema di contrasto alle organizzazioni criminali di stampo mafioso, si prefigge l’obiettivo di monitorare, anche attraverso l’attivazione del Gruppo Interforze composto da rappresentanti della Prefettura e delle Forze dell’Ordine, il puntuale adempimento degli obblighi assunti. Infatti, con l’intesa siglata oggi si assume l’impegno di proteggere il mercato del lavoro nelle fasi di aggiudicazione ed esecuzione degli appalti pubblici, favorendo la c.d.”economia pulita”.
L’opera, oggetto di attenzione del protocollo, determinerà per volume di investimento, complessità e durata, un considerevole impatto sul territorio di questa provincia, contribuendo a rilanciare l’economia locale, anch’essa duramente colpita dall’attuale congiuntura economica sfavorevole, e a favorire, altresì, nuove prospettive occupazionali.